WSDRTEMP

WSDRTEMP nasce da un’idea di Siegfried DG9BFC come una piccola applicazione in grado di mostrare in tempo reale i valori di temperatura del transceiver e della FPGA di ADALM-PLUTO.

Nella seguente pagina è possibile scaricare l’ultima versione del programma:

WSDRTEMP download page

WSDRTEMP può essere avviato in contemporanea con altri programmi che utilizzano ADALM-PLUTO.

L’applicazione consente l’utilizzo su più istanze per il controllo contemporaneo di più dispositivi. Per ogni sessione è possibile configurare diversi parametri, tra i quali l’indirizzo IP del dispositivo da monitorare, l’intervallo in secondi tra i controlli, la preferenza per gradi Celsius o Fahrenheit, le soglie di attenzione e di surriscaldamento, eventuali file di esportazione dei dati in CSV e di script o applicazioni esterne da eseguire nel caso del raggiungimento di soglie o stati definiti di temperatura.

La finestra dell’applicazione può essere ridimensionata a piacimento e gli strumenti virtuali verranno ridimensionati di conseguenza, insieme ai valori di temperatura visualizzati su tre font size prefissati.

La posizione e dimensione della finestra e le altre configurazioni sono salvate per il ripristino nelle successive sessioni delle proprie preferenze.

Mediante i controlli Min e Max, è possibile impostare l’inizio e fine scala degli strumenti, consentendo la variazione del range delle scale a proprio piacimento.

I due indicatori posti in basso a destra nei riquadri degli strumenti, visualizzano rispettivamente eventuali allarmi e il trend delle temperature.

Stati dell’indicatore di allarme:

  • Alarm Off = La temperatura rientra nei limiti
  • Warning = Lampeggiante giallo, indica il raggiungimento della temperatura di attenzione configurata
  • Overheat = Lampeggiante rosso, il dispositivo è surriscaldato

Stati dell’indicatore di trend

  • Wait… = Il programma è stato appena avviato o la configurazione è stata modificata dall’utente. E’ in fase iniziale di verifica dell’andamento delle temperature
  • Heating = Il dispositivo è in fase di riscaldamento
  • Cooling = Il dispositivo è in fase di raffreddamento
  • Steady = Indicatore verde, la temperatura è stabile

Da menu Settings si accede al pannello di configurazione:

Poll time determina il numero di secondi tra un controllo e l’altro. Sono consentiti valori nel range tra un secondo e il tempo massimo definito per l’intervallo di verifica del trend delle temperature, che nella configurazione di default risulta essere di 59 secondi.

Temp warning e Temp max definiscono rispettivamente le soglia di attenzione, visualizzata in giallo sulla scala degli strumenti e la soglia di surriscaldamento visualizzata in colore rosso.

Nella casella CSV file può essere specificato il percorso e il nome del file dove il programma inserirà ad ogni poll time i dati rilevati sotto forma di una riga con i campi delimitati da una virgola. L’elenco dei campi delle righe del file CSV è il seguente:

  • Primo campo, data e ora di rilevazione: yyyy-mm-gg hh:mm:ss
  • Secondo campo temperatura TRX
  • Terzo campo temperatura FPGA

Esempio di riga CSV: 2020-10-31 10:12:59,32.46,30.69

Nelle caselle “Application or script to run when…” è possibile specificare percorsi e nomi degli eseguibili o script cmd esterni che il programma dovrà avviare al raggiungimento di determinati stati:

  • Steady: Verrà avviato quando entrambi i dispositivi TRX e FPGA raggiungeranno uno stato di temperatura stabile (massimo 2 gradi di variazione negli ultimi 60 secondi nella configurazione di default)
  • Warning: Verrà avviato quando uno o entrambi i dispositivi TRX o FPGA raggiungono o superano la soglia definita come warning temp in configurazione
  • Overheat: Verrà avviato quando uno o entrambi i dispositivi TRX o FPGA raggiungono o superano la soglia definita come Overheat in configurazione
  • Normal: Verrà avviato quando la temperatura dei dispositivi rientra in valori considerati normali in seguito ad una transizione da stati Warning o Overheat

WSDRTEMP mantiene il controllo delle applicazioni o script esterni, per cui non avvierà ulteriori sessioni delle suddette applicazioni o script se le precedenti sono ancora in esecuzione.

Utilizzo di WSDRTEMP su più istanze

WSDRTEMP permette il controllo di un singolo dispositivo. Se si avvia una seconda istanza, il programma rileva la configurazione bloccata da una sessione precedente e chiederà all’utente se sostituirla con la nuova istanza.

Per poter controllare più dispositivi occorre avviare WSDRTEMP con il parametro -config seguito da un numero da 0 a 7 che determina la configurazione da utilizzare.

Creare un collegamento al programma e modificare il campo destinazione aggiungendo -config numero sessione, per esempio:

L’avvio di “WSDRTEMP -config 0” corrisponde ad avviare il programma senza parametri, in quanto la configurazione 0 corrisponde a quella di default.